martedì 17 marzo 2009

Il M° Giuseppe Garbarino a Cosenza

.
Ministero dell’Università e della Ricerca
CONSERVATORIO DI MUSICA
“Stanislao Giacomantonio”
Portapiana - Convento di S. Mar
ia della Grazie –
COSENZA
www.conservatoriodicosenza.it
.
Giuseppe Garbarino a Cosenza
Master e work shop al Conservatorio 16 - 20 marzo
Concerto al Rendano 20 marzo ore 20
Ingresso libero
.
.
Il Conservatorio di Cosenza dal 16 al 20 marzo ospita un musicista di rinomato valore nonché di consolidata esperienza didattica: il M° Giuseppe Garbarino. Clarinettista, compositore e direttore d'orchestra nato a Portofino nel 1937, Garbarino ha insegnato, oltre che in varie università inglesi e israeliane, al Conservatorio di Milano, all'Accademia Chigiana di Siena e in vari corsi orchestrali di perfezionamento.
A Cosenza nell’Aula Magna del Conservatorio terrà una master class e un work shop (riservati agli studenti interni) dedicati alla musica da camera con
fiati. A conclusione, il M° Garbarino dirigerà i partecipanti al workshop in un concerto che si terrà venerdì 20 marzo alle ore 20 presso il Ridotto del Teatro “Rendano”. Il Wind ensemble del Conservatorio di Cosenza, gruppo di 18 strumentisti (fiati più violoncello e contrabbasso) preparati dal M° Nicola Giuliani, suonerà musiche di Dvorak, Chabrier e Garbarino. La composizione del M° Garbarino "Suite do sul" per 10 strumenti a fiato scritta nel 2008 verrà eseguita a Cosenza in anteprima, dunque gli spettatori del Teatro Rendano saranno i primi ad ascoltarla. L’ingresso è libero.
.
GIUSEPPE GARBARINO
Portofino, 1937
.
Clarinettista, compositore e direttore d'orchestra. Ha compiuto gli studi di composizione diplomandosi sotto la guida di Bettinelli al Conservatorio "A. Boito" di Parma e quelli di clarinetto, diplomandosi con il massimo dei voti al Conservatorio "N. Paganini" di Genova. A fianco della ormai famosa carriera clarinettistica si dedica da oltre un ventennio all'attività direttoriale avvalendosi dei consigli di B. Maderna, Lovro v. Matecic e del sostegno di Goffredo Petrassi. Nel 1972 ha fondato l'Ensemble Garbarino col quale, in un ventennio di attività, ha presentato in tutto il mondo opere del novecento, molte a lui dedicate da compositori come Petrassi, Donatoni, Clementi, Manzoni, Castiglioni, Castaldi, ecc. Ha ricevuto vari riconoscimenti nazionali fra i quali il "Diapason d'oro" 1971 o il "Viotti d'oro" 1980. Dal 1985 è presidente S.I.M.C. (sezione italiana della International Society for Music). Insieme a Carlo Zecchi, nel 1983, ha fondato l'Orchestra Sammartini di Milano, con l'intento di riproporre il vasto repertorio dalle origini della Sinfonia Italiana. Ha diretto numerose Orchestre tra cui la Sinfonica della RAI di Milano, della RAI di Torino, Santa Cecilia Roma, Maggio Musicale fiorentino. Oltre che presso le Orchestre regionali italiane, ha tenuto concerti a Torino (Regio), Trieste, Bologna, Napoli, Palermo. È spesso in tournées all'estero con la Filarmonica Nacional al Teatro Real di Madrid, l'Orchestra dei "Pasdelup concerts" al Théatre Champs Elysées de Paris, la Filarmonica di Zagabria e molte altre orchestre in Polonia, Bulgaria, ex-Unione Sovietica.È ospite regolare dell'Orchestra Sinfonica dell'Emilia Romagna "A. Toscanini" che ha diretto in varie produzioni, presentando tra l'altro programmi di musica italiana contemporanea al Festival di New York (1991), di Atene (1992) e Parigi (1994) al Centre Pompidou (IRCAM) e dell'Orchestra Sinfonica di Savona.Molto intensa è anche la sua attività didattica, oltre che in varie università inglesi ed israeliane, al Conservatorio di Milano, all'Accademia Chigiana di Siena (dal 1972) ed in vari corsi orchestrali di perfezionamento come Fiesole e Saluzzo (Filarmonici di Torino). Vari progetti su programmi del Novecento gli sono stati affidati dallo Ente Lirico Arena di Verona dove ha diretto negli ultimi anni con pieno successo.
.
Pia Tucci - ufficio stampa Conservatorio di Cosenza
tel. 3385048865
Alessia Frappi - Andrea Infusino - Melania Nuara - Saverio Pugliese - Fabio Sposato, studenti collaboratori dell’ufficio stampa.

2 commenti:

stella ha detto...

Spettacolare ciò che commenti!
La mia seconda mamma era di Belvedere Marittimo,dove sono stata da piccola e mi è rimasta impressa pure Diamante.

Domenico Condito ha detto...

Grazie Stella,

avevo intuito che anche tu avessi un qualche legame con la Calabria...
Chissà che non ci s'incontri da quelle parti...
La nostra è una Terra che ha bisogno d'essere amata e valorizzata per quanto di positivo è in grado d'esprimere... "Utopie calabresi", nel suo piccolo, vuole essere anche questo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...