mercoledì 6 maggio 2009

“LA RIFORMA BRUNETTA”, CONVEGNO DELLA FEDERAZIONE SINDACATI INDIPENDENTI - F.S.I.

A Lamezia Terme, sabato 9 maggio
Concluderà i lavori il Segretario Nazionale Alfredo Bonazzi
.
Lamezia Terme - “La riforma Brunetta e il mercato del lavoro”: è il tema di un convegno-dibattito, promosso dalla Federazione dei Sindacati Indipendenti (F.S.I.) che si terrà sabato 9 maggio, a partire dalle ore 14,30, presso il Grand Hotel Lamezia.
All’incontro, moderato da Vincenzo Mervoglino, e da Pasquale Calandruccio, rispettivamente segretario nazionale e regionale del Comparto Sanità, interverranno i segretari e i coordinatori nazionali Leopoldo Guidi, Raimondo Leotta, Carlo Trombetti, Antonio Mari, Maurizio Danza, Luigi Ionna, Paride Santi, Cristina Soprani e S. Orifici. Concluderà i lavori il segretario generale USAE Adamo Bonazzi.
A tutti i parteci
panti, anche non iscritti alla FSI, sarà rilasciato apposito attestato che potrà essere utilizzato come credito formativo.
Cam
bio epocale nelle relazioni contrattuali del Pubblico Impiego. E’ ciò che prevede la riforma Brunetta. Lo scorso 30 aprile, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministero della Funzione Pubblica – si è raggiunta, infatti, l’intesa per l’applicazione dell’accordo del 22 gennaio 2009.
.
“Con questo accordo – spiega Pasquale Calandruccio (nella foto a sinistra) – sono stati modificati e sconvolti tutti i precedenti impianti contrattuali, a partire da quello del luglio 1993, compresi quelli relativi alla rappresentatività sindacale messi in piedi con i decreti Bassanini. Da oggi si passa ad un sistema contrattuale triennale; si modificano gli indici di riferimento per la rivalutazione dei salari; si rafforza il ruolo delle Confederazioni firmatarie dell’accorso, FSI in primis, e rappresentative nei futuri assetti contrattuali; vengono poste le basi per un nuovo modello di rappresentanza sindacale e per l’accorpamento dei Comparti della Pubblica Amministrazione centrale e locale”.
“Adesso è compito del Ministro Brunetta - ha dichiarato Adamo Bonazzi in sede di sottoscrizione
- dare attuazione e contenuto agli accordi con i decreti delegati. Noi continueremo a dare il nostro contributo nell’interesse dei lavoratori”.
Intanto un passo in avanti lo ha fatto il Contratto sanità. Dopo il comunicato stampa dei giorni scorsi del Presidente della Conferenza delle Regioni, che aveva fatto sapere che la Conferenza aveva dato il via libera all’Aran per stringere i tempi sulla conclusione del contratto del comparto sanità del personale – biennio economico 2008-2009 – l’Aran, ieri, ha inteso confermare le linee di indirizzo espresse dalle regioni e in particolare la disponibilità delle stesse a mettere sul piatto della contrattazione risorse aggiuntive regionali, da destinare alle parti variabili del salario.
.
“La F.S.I. – ha commentato Vincenzo Ursini (nella foto a sinistra) , segretario aziendale del Comparto sanità dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro – ha salutato positivamente la nuova posizione delle Regioni e dell’Aran, posizione che sembra essere il preludio ad una rapida conclusione della vertenza aperta in sede nazionale”.“Attendiamo prudentemente - ha dichiarato Adamo Bonazzi - la quantificazione delle risorse, ma prendiamo atto della rinuncia della controparte a subordinare le stesse a norme restrittive per i lavoratori, una questione che ha sin qui segnato le trattative. E’ certamente un significativo passo in avanti che ci consente di valutare diversamente la situazione”.

2 commenti:

Tétis ha detto...

Olá Domenico

Desculpa este comentário nada ter a ver com o post mas quero agradecer-te duas coisas:

- por me teres avisado da tua entrevista que, ao que parece, já não vai ser hoje; ficarei a aguardar a nova data;

- por teres aceite a "Flor de Maio" e a teres colocado já aqui no teu blog; foi dada com muita amizade e carinho.

Beijos amigos

Lelé Batita ha detto...

Ok, Domenico, obrigada. Fico a aguardar.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...